Animani

Il restyling come segno del tempo o impulsiva voglia di cambiamento?

La reputazione. È quello che gli altri dicono di noi. Gli altri, entità mitologica plurale terrificante, erinni contemporanea, medusa angosciante. Gli altri che ci giudicano per quello che siamo. Da cui non possiamo più nasconderci. Che ci concedono – solo
se ce la meritiamo – la licenza di operare.

Che ci costringono a una narrazione permanente, che oggi è continua, multicanale e differenziata, perché dedicata a tutti coloro che guardano, si incontrano, usano, parlano dell’azienda e dei suoi prodotti.

Che ci obbligano a progettare e ri-progettare all’infinito i modi del racconto, in un processo creativo che contempla approcci diversi, che sempre abitano nel regno dell’ossimoro e della metafora.

Storytelling e responsabilità sociale

Lo storytelling, da pochissimo scienza universitaria, è un fenomeno sovranazionale, poiché i criteri e gli elementi per valutare l’azienda sono tanti, sono nuovi, compositi e complessi, locali e globali.

Patrimonio, finanza, ambiente, etica, governance a livello globale, l’azienda deve rendere conto al mondo anche su tutti gli aspetti intangibili che la riguardano – una nuova ISO valuta la responsabilità sociale dell’azienda.

Nella network society la comunicazione unidirezionale non basta più.

È un’azienda che ri-progetta il proprio posto nella visuale dello spettacolo della marca deve fare molto di più. Deve pensare a una nuova immagine condivisa.

Un’immagine di marca va guidata verso un giudizio largamente diffuso, immediatamente reperibile e misurabile. La marca che si affaccia verso il suo pubblico con i crismi dell’immediatezza, della istantaneità, della cronaca giornaliera, deve saper fare i conti con la quotidianità delle persone che scelgono i prodotti che ogni giorno il mondo mette in vetrina. Più la marca, l’azienda, sarà capace di fare a meno del coordinato classico in vece dell’attitudine a vestire i panni giusti al momento giusto, più questa sarà pronta a uscire di casa per gli incontri giusti. Senza rinunciare al proprio stile.

Immagine liberamente ispirata a “Zebra”, hand painting di Guido Daniele.

Noi vi aiutiamo a vestire gli abiti giusti per raccontare la vostra storia.