Mum, blogger & high heels: ecco le mie tre anime

Top ten delle mamme blogger più famose

Chiara Cecilia SantamariaIl mummy blogging, ovvero quel fenomeno per cui sempre più mamme scrivono un blog raccontando la loro quotidianità divisa tra famiglia, vita privata e lavoro, è in crescita anche nel nostro paese. In questi blog sempre più diffusi si parla di tutto: come gestire una gravidanza, i figli, il marito o compagno che sia, i rapporti coi colleghi, la cucina, il lavoro… Ma si affrontano anche argomenti che riguardano le proprie passioni e gli interessi individuali: i viaggi, la palestra, l’arte, la moda, il giardinaggio, talvolta anche il pettegolezzo e chi più ne ha più ne metta…. Insomma, tutto ciò che attiene direttamenteo anche meno direttamenteal mondo delle donne con figli viene affrontato e condiviso con le lettrici/lettori che si collegano al sito. I social in genere oggi sono una realtà sempre più presente nel nostro mondo e nella nostra esistenza: Facebook, Twitter, Instagram, Pinterest e così via hanno ormai assunto una parte importante nella quotidianità di ciascuno di noi e di giorno in giorno affidiamo proprio a loro i nostri aneddoti, le nostre amicizie, le nostre passioni, le nostre idee, la nostra vita.

Valentina PicciniCosì anche io, oltre al mio impegno in Advertigo, sono una blogger, una mamma 2.0, diremmo oggi (quella che vedete nella foto qui a sinistra sono io). Per scelta, oltretutto, perché scrivere è la mia passione, oltre alla moda e, in particolare, alle scarpe, quelle vere, con i tacchi alti, altissimi. In più sono mamma di tre meravigliose bambine. Quale modo migliore, allora, per far convivere tutte queste facce di una stessa medaglia se non quella di realizzare un blog? Da ottobre dello scorso anno, infatti, mi sono costruita il mio piccolo spazio personale nell’oceano della blogosfera. Lì c’è una parte di me e della mia vita.

Per puro caso sabato scorso arriva sul mio profilo Facebook un interessante post, che stila la classifica delle mamme blogger più famose. Molti i nomi presenti e complessa l’operazione di selezione, dicono gli autori del post di “donnaclick.it”, perché il web è pieno zeppo di scrittrici anche dotate di talento che hanno un personal blog.

Scorrendo l’articolo scopro, con mia grande sorpresa, che alla decima posizione c’è anche il mio “mammeaspillo.it“… Sono assolutamente grata e riconoscente verso tutti coloro (sicuramente in prevalenza donne e, ad oggi, circa 11500 followers) che mi hanno letta e sostenuta fino a qui in un così breve arco temporale. Aver raggiunto questo step è stato per me importante ed impegnativo, ma al tempo stesso gratificante e stimolante! Ne sono fiera, e non è finita qui… Grazie a tutti!

 

 

 

Relatori al #FoodTTT

Racconteremo Parma Dolce Amore

Sabato 18 maggio Parma, saremo tra i relatori del “#FoodTTT: a tavola (non) si twitta! “e racconteremo una nostra case history Parma Dolce Amore
L’evento è organizzato dal SOCIAL LAB TTT, associazione no profit per la promozione della cultura digitale, e si terrà in contemporanea con altre 6 città video-collegate tra loro, Roma, Milano, Genova, Lecce, Corato, Bologna, fruibile in streaming sul sito socialabttt.com e su twitter con hashtag #FoodTTT.
L’evento si sussegue a quello dedicato alla politica (#PoliticsTTT), il SocialabTTT propone un nuovo momento di riflessione e condivisione, questa volta sul settore Food e beverage.
L’obbiettivo sarà proprio quello di capire ciò che unisce la cucina, i cuochi, i ristoratori, i foodblogger e tutti i buongustai al web e ai social media, e noi parteciperemo con la presenza di Francesco, il nostro community manager che ha curato il progetto Parma Dolce Amore fin dalla sua nascita, che racconterà come è nata la campagna di lancio del brand.

Non saremo da soli nel palco dei relatori saremo in compagnia di:
I “Re del Pane “di Parma Giacomazzi e Castagnoli, insieme nell’offrire bontà e “farina” all’evento, a testimonianza di come la “rete” e la solidarietà possano mettere in connessione i singoli e le abilità di ciascuno per il benessere e la crescita propria e della collettività
foodTTIgino Morini, responsabile dell’ufficio stampa del Consorzio del Parmigiano Reggiano, eccellenza della Food Valley che ha fatto del societing la propria prima missione sui Social Network. Nota a molti l’iniziativa a sostegno dei caseifici danneggiati dal terremoto, operazione solidarietà presto divenuta virale, prima della quale il Consorzio mai si era mai occupato della vendita del parmigiano reggiano.
Cristina Allodi, New Product Concept Development Consulting nelle imprese ed istituzioni che hanno la necessità di adeguarsi ai cambiamenti in atto in maniera etica ed efficace cercando di creare cose “buone, belle ed utili. Particolarmente sensibile alla comunicazione dell’educazione alimentare dei bambini, alla creatività che fa crescere e all’innovazione, ci svelerà un nuovo progetto. Intanto potete leggere di lei sul sito SaleinZucca.
Antonella Santoro, una fisica prestata all’editoria, e Mario Pappagallo, giornalista e scrittore medico scientifico, per il progetto Amarantoblook, un “viaggio” online dinamico ed esteso di comunicazione su medicina, cucina e alimentazione naturale. Intrapreso nel 2009 e per caso, prende ancora forma in una sorta libro mobile, la cui direzione è l’andare incontro al lettore, e che si scrive accompagnando le notizie in molteplici porti e nodi della rete. Anticipazioni: si potrà facilmente riconoscere Antonella dai colori. Se Pappagallo non sarà impegnato al Corriere, o a scrivere l’ennesimo libro con Umberto Veronesi, sarà con noi, in qualsiasi forma voglia presentarsi…
Giorgio Triani, Sociologo, Giornalista, Docente Universitario. Insegna all’Università di Parma Comunicazione giornalistica e pubblicitaria, e Sociologia delle comunicazioni di massa ll’Università di Verona. Svolge attività di ricerca sociale applicata e di consulenza nell’ambito del marketing & comunicazione. Tra i suoi ultimi libri: L’ingorgo: Un saggio allegramente apocalittico sulla “società del troppo”, con manuale minimo di sopravvivenza. Saprà sicuramente aiutarci a leggere ed interpretare le esperienze condivise in sala, e a guardare in prospettiva…
L’evento rappresenta un’occasione per dialogare, insieme agli ospiti e ai partecipanti online e offline, sul binomio “web e cibo”: internet ha cambiato il modo di parlare di cucina e di concepire il cibo? Se sì, in che modo? Questi sono soltanto alcuni degli interrogativi dai quali partiremo per approfondire l’argomento.

La partecipazione all’evento è gratuita previa registrazione sul sito del SocialabTTT e l’evento a cui noi parteciperemo si svolgerà presso il  Circolo Arci Zerbini, Borgo S.ta Caterina 1 (Via Bixio)

Per essere aggiornati sulle ultime novità seguite l’hashtag ufficiale #FoodTTT.

Scopriamo la Valtiberina

Il primo blog tour in valtiberina

Quando vi abbiamo annunciato il Toscanalab del 27 giugno, vi abbiamo anche detto che avremmo organizzato, nei due giorni precedenti (25 e 26 giugno), un blogtour per far conoscere la Valtiberina.

Il Blog Tour è una esperienza nuova per il nostro territorio e da tempo, insieme ad alcuni operatori locali e soprattutto con il Comune di Sansepolcro, avevamo pensato di portare questa modalità nella nostra vallata, per valorizzare e far scoprire la nostra offerta turistica.

Se per la Valtiberina è un’esperienza nuova, non lo è di certo per chi vive la rete, il web e i social network. Sempre più spesso si leggono racconti di blog trip, corredati da raccolte di immagini e video tutto condiviso on line. Per questo è importante capire il perché è utile organizzare un evento di questo tipo, cosa un territorio come il nostro può ottenere in termini di promozione e come può imparare a sfruttare le tante potenzialità che offre.

Questi due giorni di presenza in Valtiberina di Kinzica, Sara, Cinzia e dei nostri concittadini Alberto e Linda saranno l’occasione per:

  • scoprire percorsi e opportunità che il territorio offre
  • raccontare l’esperienza e condividere l’emozioni del turista

e in questo i nostri graditi ospiti saranno sicuramente all’altezza di raccogliere foto, video, tweet e post per costruire un racconto multimediale.

Crediamo che l’esperienza sarà altrettanto importante per tutti gli operatori turistici, a partire da quelli coinvolti direttamente, perchè questo Blog Tour “Valtiberinalab” vuole essere anche una occasione di formazione, di comprensione delle nuove modalità con cui si può raccontare un territorio, una struttura ricettiva, un viaggio.

Il blogtour si snoderà su due temi prescelti: l’enogastronomia e l’artigianato di Anghiari e un tour millenario per le strade di Sansepolcro.

Proprio questo sarà importante comprendere e queste due giornate, insieme al ToscanaLab del 27 Giugno, vogliono essere il primo passo di un laboratorio territoriale.

L’hashtag scelto è: #valtiberinalab, e tutte le info si possono trovare anche su valtiberinablogtour.advertigo.it .

Grazie al Comune di Sansepolcro, all’Unione dei Comuni, alla Fondazione Sistema Toscana, ai ragazzi del nuovo Ufficio Turistico Comprensoriale e alle strutture coinvolte per avere intrapreso con noi di Advertigo questa sfida.