Internet Festival tante idee

Quattro giorni di incontri a Pisa

InternetFestival

La nostra redazione social ha partecipato all’Internet Festival di Pisa e anche se siamo stati solo due giorni (il festival durava dal 4 al 8 ottobre) il bilancio della manifestazione è sicuramente positivo.

Alcuni numeri (dichiarati dagli organizzatori) per capire la riuscita del festival:
65 mila persone si sono connesse sui canali ufficiali Youtube, Facebook, Twitter,
30 mila sono stati gli utenti unici del sito www.internetfestival.it
trending topic su Twitter nei quattro giorni dell’evento,.
200 le applicazioni per smartphone scaricate solo il primo giorno,
2000 i check-in registrati su Foursquare
1000 le foto condivise su Instagram.

Come sempre ci piace anche raccontare i panel a cui abbiamo partecipato e fare le nostre considerazioni.

Webseries: nasce la fiction sul web” .(Venerdì 5 al Polo Carmignani)
Esperienze a confronto parlano chiaro sul fenomeno: i numeri che si fanno con il web, in televisione sono dati non affatto scontatati.
Si sono presentati , in ordine, le webseries “Freaks”, “Youtuber$ the series“, “Leaving series” e “Non cresce l’erba”.
Giovani artisti che si esprimo e si fanno conoscere attraverso il web, creando prodotti che in breve tempo riscuotono un gran successo; il budget ? è ciò che meno influenza il lavoro!
Con budget minimi si creano prodotti di qualità… la ricetta è: una bella dose di creatività,   di competenze, di passione e ingegno; versare il tutto, con cura,  nella rete!

Da start-up a impresa ( Venerdì 5 al Palazzo Reale) moderato da Luca de Biase ; motivi di spunti e di riflessione per aziende e start-up che grazie a internet fanno o faranno impresa. Questa è la nuova possibile strada per rilanciare l’economia del nostro paese in un ottica di internazionalizzazione dove le idee circolano a vantaggio della produttività. Si parla di economia digitale che parte dall’esigenza fondamentale per le imprese di un’analisi preventiva per saper leggere e interpretare i cambiamenti delle logiche di mercato e sociali. Sono necessari modelli che ottimizzano le imprese, come afferma  Mark De Simone per Clouditalia: la digitalizzazione dei processi del vecchio mondo regala opportunità al nuovo mondo. Il decreto è stato varato, le barriere non esistono, il resto è solo da fare, le imprese possono crescere nuovamente!

Ma Internet è davvero sostenibile? A questa domanda apparentemente scontata il festival risponde con un incontro dedicato sempre a chi vuole fare impresa o la sta già facendo. Protagonisti dell’incontro sono: A.Boraschi (Greenpeace), C.Lantorno (Microsoft) a cura di L. Conti. Aspetti positivi, si dunque , ma tutto questo che ricaduta ha? Quando costa al pianeta il consumo energetico? Greenpeace riporta dati allarmanti, l’aspetto non è marginale e i colossi della rete dovranno sicuramente correre ai ripari.

“Steve Jobs: genio dell’innovazione o funambolo del marketing?” ( Venerdì 5 al Palazzo Reale) a un anno dalla scomparsa del fondatore della Apple Fabio Lalli, Mirko Lalli, Riccardo Bagnato, Fabio De Ponte moderati da Giacomo Dotta hanno discusso (anche animatamente) del genio e sregolatezza del personaggio. Chi lo vedeva come un rivoluzionario e chi come uno sfruttatore della società.

Io voglio tornare “Le idee incontrano il territorio: I fuori sede tornano a casa.” (Sabato 6 alla Scuola Sant’Anna) è stata una presentazione da parte degli ideatori del progetto (Valentina e Domenico) che vuole essere il punto di riferimento per gli italiani che si sono dovuti spostare in altre città diverse da quelle di origine per motivi di studio o lavoro ma che vogliono tornare sviluppando idee e mettendo al servizio le loro esperienze.
Mad in Italy (Sabato 6 alla Scuola Sant’Anna) è stata la presentazione dell’omonimo libro scritto da Giampiero Cito e Antonio Paolo entrambi della Milc dove è stato messo nero su bianco il progetto l’evoluzione del loro progetto. Hanno voluto tradurre le esperienze e gli incontri avuti con gli imprenditori, con gli studenti, con i docenti, con i professionisti, con le tante storie d’impresa, in quindici semplici consigli che ci sentiamo di voler condividere con chi non si vuole ancora dare per vinto. Quindici consigli per non arrendersi a quello che ormai da molti viene visto come un inesorabile declino. A noi il libro l’hanno gentilmente regalato ma vi suggeriamo di acquistarlo.

Toscanalab in Valtiberina

Business e turismo

toscanalab2012sansepolcro

Business e turismo in un’ottica digitale e di sviluppo sostenibile del territorio.
Tutto pronto per il prossimo Toscana Lab, il 27 giugno a Sansepolcro.

La nostra agenzia contribuirà all’organizzazione dell’evento con l’Unione dei Comuni della Valtiberina, l’Assessorato al Marketing Territoriale del  Comune di Sansepolcro, Provincia di Arezzo e la Fondazione Sistema Toscana.

Un’intera giornata che, in un format ormai consolidato, sarà dedicata al confronto e alla
riflessione su “Ecosistema Digitale e Makers” per approfondire le opportunità di crescita e sviluppo legate alla creazione di un ecosistema che, valorizzando le potenzialità del digitale,
incrementi nel territorio le occasioni di business e turismo in un’ottica di sostenibilità economica e ambientale.
A parlare saranno i protagonisti, aziende ed istituzioni, che già stanno sperimentando con risultanti incoraggianti.

La mattina si parte con un’esperienza dall’Emilia Romagna con Michele D’Alena e Tagbolab, un laboratorio aperto 2.0 di marketing territoriale tra Università, aziende e territorio. Con lui anche Giovanni Arata responsabile turismo e social media della regione Emilia Romagna.

A parlare saranno anche le imprese. Nicola Mattina racconta Stamplay, azienda milanese
specializzata nella gamification dei brand, un tipo di marketing ludico strategicamente utilizzato dai brand per promuoversi e fidelizzare la clientela.

Nel pomeriggio, dopo un lunch break nel bellissimo chiostro di Santa Chiara, la parola passa alle aziende locali e ai makers ( tra cui citiamo i fratelli Cantini, che avevamo già visto a Roma al World Wide Rome con la loro stampante in 3D) che ci racconteranno la loro esperienza.

Tra le aziende e i makers ci sarà il racconto dei 6 blogger che ci faranno rivivere il blog tour del 26 giugno in Valtiberina, con due differenti percorsi, uno enogastronomico e uno culturale.

World Wide Rome

#Makers12 artigiani del digitale

worldwiderome

Una bellissima giornata quella del 9 marzo per World Wide Rome dove la nostra Redazione Social ha partecipato all’evento ideato da Riccardo Luna.

Sono gli artigiani del digitale, i “makers”, ovvero coloro che progettano, ideano, realizzano e vendono i loro oggetti sfruttando al meglio le nuove tecnologie i protagonisti della giornata che si sono susseguiti nel palco.

Continue reading