Il racconto dalla #smwtorino

Racconto della giornata di mercoledì

La Social Media Week è la più grande manifestazione a livello globale sullo stato dell’arte dei social media e della comunicazione digitale .
L’obiettivo è esplorare l’impatto sociale, culturale e economico dei nuovi media sulle professioni, sugli abiti di produzione del sapere e sul tempo libero.
Oggi la mutazione è in atto, siamo in una fase radicale di cambiamento del modo di vivere e del relazionarsi.. nei prossimi 3 anni saranno oltre 3 miliardi le persone connesse tra loro, 3 volte i dati di oggi.
Al social media week le persone vengono aiutate nella fase di adozione delle nuove tecnologie nella filosofia della condivisione di contenuti della collaborazione  e della conversazione.
La direzione è quella di forme più mature di scambio, di idee e contenuti influenzando stili di vita e metodi di lavoro in tutti gli ambiti.

Il racconto della giornata di mercoledì #PRODURRE.

WIM TV : una piattaforma per nuove forme di imprenditorialità digitale
I media digitali danno inizio a importanti iniziative economiche e questa ne è un esempio. Wim tv nasce per dare l’opportunità ai nuovi imprenditori di realizzare le proprie idee. Leonardo Chiariglione e Riccardo Chiariglione presentano questa piattaforma ideale per chi desidera creare una propria web tv in uno stile tutto nuovo. Wim tv offre 3 servizi principali che sono : video on demand , live tv e wim trade in un ambiente sicuro e protetto.

Da social media a social local: il ruolo del social media nell’informazione locale
Vittorio Pasteris, Alvise Rossano, Gabriele Farina, Enza Reina, Tin Hang Liu e Marco Giovannelli un team per un dibattito sul ruolo dell’informazione locale e su quello dei social network per dare ai cittadini nuovi strumenti… vantaggi testimoniati dal case history come quella di Varese news , piattaforma digitale che non perde mai di vista concetti come geolocalizzazione, social e mobile. Restano fondamentali, nell’ottica digital, le connessioni e le sinergie con il territorio nel raggiungimento di obiettivi comuni fornendo contenuti di qualità e accessibili.
Forse Non si parlerà più d PIL ma di PIS “prodotto interno sociale” ma è importante stabilire il valore di questo, prenderne atto e condividerlo!

Il social media mktg a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese
Gabriele Carboni, social media strategist, creative director e fondatore di Weevo ci presenta il social mktg strumento moderno che fa da supporto al mktg tradzionale.
Diventa fondamentale l’ascolto della rete, lo studio della strategia , i contenuti di diffusione , l’engagement , l’analisi e la misurazione e la ridefinizione. Avere la possibilità di analisi in tempo reale permette di ridefinire il nostro brand a seconda delle esigenze dei quel specifico mercato.
Linkedin utile per uno spaccato veloce e immediato , per un contatto diretto, twitter è un modo per farsi conoscere e vedere se c’è un riscontro presso il mercato di riferimento, le community per avere una misura del polso della realtà dove si stabilisce la domanda e l’offerta, dal social network emergono analisi di mercato che permettono scelte strategiche limitando gli errori e conducendo il tutto con professionalità .

Viaggiare Social

Meet & Seat di KLM

La compagnia aerea KLM lancia anche in Italia il servizio ‘Meet & Seat’ , un nuovo programma di social networking che consente ai passeggeri di collegare le loro prenotazioni con i loro profili Facebook o LinkedIn, per scoprire e scegliere a chi sedere accanto durante il volo attraverso i profili social.  Come funziona ‘Meet & Seat’? Al momento della prenotazione il sistema permette di accedere con il proprio profilo di Facebook o LinkedIn, con la possibilità di visualizzare la mappa dei posti in aereo con i dettagli del profilo social di tutti gli altri passeggeri. A questo punto la selezione del posto può essere effettuata, ad esempio, scegliendo come vicino qualcuno che condivide i propri stessi interessi. Guardando questo video sicuramente sarà tutto più chiaro: Per anni ci siamo chiesti come offrire la possibilità di incontrare qualcuno di interessante a bordo al di là del caso, ma la tecnologia adatta non era disponibile”, ha dichirato Erik Varwijk, dirigente Klm.  KLM da diversi anni utilizza i social media in modo molto innovativo e orienta i suoi sforzi a facilitare la vita di tutti i giorni dei suoi clienti, utilizzando i social non solo per veicolare contenuti pubblicitari, ma anche per la facilità d’uso e l’utilità che questi possono esprimere. Questa ultima idea di mettere i passeggeri in connessione tra loro, garantendo loro un viaggio senza spiacevoli sorprese, al costo solo di qualche clic, ci è molto piaciuta! Per maggiori informazioni visitate il sito di KLM